L'ass. Per non dimenticare è in possesso del Patrocinio rilasciato dalla Sede Nazionale Ana ed chiamata da molte Sezioni Ana a partecipare e sfilare a più celebrazioni. Ha partecipato anche all'81 Adunata di Bassano, alla 82 di Latina non come replicanti, figuranti o altri, ma per quello che sono, ovvero appartenenti ad una Unità Storico Rievocativa. Seri dediti esclusivamente alla trasmissione della Memoria. Professano proponendosi nelle scuole, celebrazioni e molto più. Chiamati più volte anche dall'Esercito si propongono in quella serietà da tutti riconosciuta e ricercata che li contraddistingue dagli altri. Lo stesso Presidente della Repubblica ha loro concesso l'alta onorificenza della targa d'Argento e il proprio personale Tricolore quale segno di riconoscimento per quanto compiono, incoraggiandoli ad andare avanti. Anche il Senatore a vita ed ex Presidente Carlo Azeglio Ciampi si è favorevolmente loro espresso al riguardo incoraggiandoli pure Lui a proseguire. Così come alti Graduati. Meritano quindi rispetto per quanto portano avanti non in maniera offensiva ma con onore. Chiunque si esprima deve prima conoscerli per i loro credo e per come li esprimono oltre che per quelle loro motivazioni sincere che li spingono a procedere nel dare seguito alle parole scritte e lasciate quale eredità sulla colonna Mozza... Per non dimenticare. Non percepiscono nulla. Sono volontari che si autofinanziano perchè la volontà e passione di portare avanti la Memoria di quanti si sacrificarono per noi, non può e non deve essere dimenticata, a qualunque costo, anche personale.

Una Uniforme comunque non deve muovere polemiche quando indossata con decoro e dignità, soprattutto al pensiero di chi la indossò realmente e che grazie al loro contributo viene fatto ricordare da quanti e sempre più purtroppo, hanno dimenticato. Incoraggiarli riconoscendoli per questo darà lustro a chi lo avrà fatto, come nel caso delle innumerevoli Autorità e non solo che comprendendoli per primi hanno condiviso e applaudito. Un altro modo di portare avanti nelle scuole e non solo la nostra storia e il valore che rappresenta il Cappello di Alpino. Tra loro sono molti che hanno giurato portandolo.

DEL RESTO SONO LORO STESSI CHE SE INTERPELLATI AFFERMANO DI SENTIRE UN DISAGIO NELL' INDOSSARE LE TENUTE DEI NOSTRI PREDECESSORI MUOVENDOSI IN LUOGHI CHE CONOBBERO TRAGEDIE, SACRIFICI, E SI TANTI CADUTI. UN FORTISSIMO DISAGIO CHE OGNI VOLTA TRA LE MILLE DIFFICOLTA' CHE LI COINVOLGONO TUTTI NELLE MENTI E PERSONALMENTE, RIESCONO A STENTO SUPERARE. QUESTO AVVIENE SOLO PERCHE' PENSANO CHE SE LA INDOSSANO E SI MUOVONO IN QUESTI LUOGHI SACRI E' ESCLUSIVAMENTE PER TRASMETTERE E PROMUOVERE LA MEMORIA, STORIA E QUANTI PER NOI SI SACRIFICARONO, AGENDO NEL MASSIMO RISPETTO E UMILTA' ONORANDOLI, PER COGLIERE E PORTARE AVANTI L'EREDITA' CHE CI LASCIARONO SCRITTA SULLA COLONNA MOZZA DELL'ORTIGARA. PERCHE' MAI SI ABBIA A DIMENTICARE. NOI DOBBIAMO SUPPORTARLI AIUTANDOLI A PERSEGUIRE QUESTO PERCORSO RISPETTANDOLI PER QUESTO LORO ENCOMIABILE AGIRE. FANNO QUESTO PER RISVEGLIARE I RICORDI ASSOPITI O CANCELLATI DALLE MENTI E PER TRASMETTERE ALLE ATTUALI E FUTURE GENERAZIONI IGNARE. PER NON PERDERE I VALORI E I PRINCIPI SANI CHE CI INSEGNARONO I NOSTRI NONNI E GENITORI, BEN LONTANI DA QUANTI AGISCONO CONTRARIAMENTE SOLO PER UN PROPRIO EGOCENTRISMO, ESIBIZIONISMO, PROTAGONISMO, PER GELOSIA, INVIDIA O PER IL FACILE PARLARE. ALTRI VALORI CHE SONO BEN LUNGI DAI LORO. SANNO SEMPRE DA QUESTI DIFFERENZIARSI PERCHE' SI ADOPERANO SEMPRE PER TRASMETTERE E ...

PER NON DIMENTICARE...

 

81° ADUNATA DEGLI ALPINI A BASSANO

82° ADUNATA DEGLI ALPINI A LATINA

 

ALCUNE FOTOGRAFIE TRA NOI E IL CAMPO BASE S. GREGORIO

news@rai.it redazione
12 maggio 2008

RAINEWS24
Gli alpini sfilano a Bassano del Grappa

Sacconi e Giovanardi alla Festa degli Alpini
Sacconi e Giovanardi alla Festa degli Alpini

R. Alpino della 145 cp Paolo Camporese

R. Alpino della 145 cp Andrea Toson (In primo piano)

Bassano del Grappa, 11 maggio 2008
Bassano del Grappa per i "suoi" alpini è interamente vestita di tricolore in occasione della 81esima adunata. Secondo le stime, sono oltre 400mila le persone giunte nella cittadina vicentina per la festa delle penne nere.

"Gli alpini non chiedono mai ma danno sempre", ha scandito lo speaker ufficiale accompagnando il procedere della sfilata tra gli applausi della gente, mentre il presidente dell'Ana (Associazione nazionale alpini), Corrado Perona, ha ribadito: "siamo qui per onorare i caduti e aiutare i vivi".

Home > Approfondimenti > News
Ansa 2008-05-11 14:06
ALPINI: 81/A ADUNATA, FESTA PER 400MILA

Sacconi e Giovanardi alla Festa degli Alpini

VICENZA -  Bassano del Grappa per i "suoi" alpini è interamente vestita di tricolore e l'81/a adunata, con la sfilata, sta vivendo momenti di festa e memoria. Secondo le prime stime, sono oltre 400mila le persone giunte nella cittadina vicentina per la festa delle penne nere. "Gli alpini non chiedono mai ma danno sempre" ha scandito lo speaker ufficiale accompagnando il procedere della sfilata tra gli applausi della gente, mentre il presidente dell'Ana (Associazione nazionale alpini), Corrado Perona, ha ribadito che "siamo qui per onorare i caduti e aiutare i vivi". Un concetto più volte esplicitato nelle prime due giornate con la messa a Cima Grappa, dove nel sacrario sono sepolti 23mila caduti della Grande Guerra (di cui cade il 90/mo anniversario), e la celebrazione di ieri al Tempio Ossario dove sono presenti 5.504 salme di soldati.